Agrigento, canoni idrici: «Aumento in bolletta»

Non sarà così facile per i contribuenti agrigentini, evitare di pagare gli aumenti del canone idrico recentemente decisi dal commissario liquidatore dell’Ato Idrico.
«Malgrado le rassicurazioni del Commissario uscente Eugenio D’Orsi - scrive il sindaco Zambuto -l'aumento del canone idrico da lui deciso, è già in bolletta. Invitiamo pertanto D'Orsi a compiere ogni atto di sua competenza affinchè tale situazione venga fermata. Per parte nostra, a nome degli agrigentini, diffidiamo Girgenti acque a bloccare l'invio delle bollette con il tanto discusso aumento ed a riemetterle senza questa irregolarità. Inoltre, Ho dato mandato all'Ufficio legale del Comune di acquisire l'atto per impugnarlo e bloccarlo nelle sedi competenti. ».
Dopo le polemiche apertesi dopo che la notizia si era diffusa, era stato lo stesso d’Orsi a dichiarare che Girgenti Acque non avrebbe potuto emettere le fatture con gli aumenti disposti dal commissario liquidatore fino a quando i nuovi importi non saranno stati "ratificati" dall'Autorità di vigilanza per l'energia elettrica ed il gas.
Ma a quanto pare così non sarà e i cittadini si troveranno in bolletta un ulteriore aumento del 10 per cento per l’acqua. A. M. M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X