Canicattì, ladro «seriale» di biancheria intima patteggia un anno

Sorpreso a rubare gli indumenti stesi al sole di una donna. La vittima aveva subito più furti: lo ha beccato grazie a una telecamera

CANICATTì. Ha preferito chiudere le sue pendenze con la giustizia ricorrendo al rito del patteggiamento ed evitare inutili e spiacevoli lungaggini. Non ultima quella di presentarsi in aula per essere interrogato. L'accusa era quella di furto aggravato ai danni di una vicina di casa. E singolare la refurtiva: indumenti e biancheria intima femminile. Merce che non è stata mai recuperata e neanche è stata chiarita quale fosse la destinazione finale.
Così Filippo Lauricella, 52 anni, difeso dall'avvocato Giovanni Salvaggio, alla fine dinanzi al giudice monocratico penale di Canicattì, Ermelinda Marfia, ha patteggiato la pena finale a un anno di reclusione e 380 euro di multa beneficiando della sospensione condizionale.
SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA LA VERSIONE COMPLETA DELL'ARTICOLO.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook