Scala dei Turchi senza più scheletri, addio agli ultimi tre «ecomostri»

I lavori saranno a carico dei titolari degli immobili. Nei giorni scorsi abbattuta un’altra struttura. Domani via ai cantieri per eseguire il provvedimento della Procura di Agrigento

AGRIGENTO. Il conto alla rovescia per l’abbattimento degli ultimi «ecomostri» di Lido Rossello è già iniziato. Il cantiere per la demolizione aprirà domani, subito dopo arriveranno le ruspe e giovedì gli scheletri di cemento armato saranno solo un cumulo di macerie da smaltire. Un ricordo.
Poi partiranno i lavori di ripristino e di bonifica dei luoghi, nel rispetto delle norme sulla tutela ambientale. Gli ambientalisti agrigentini sono pronti a festeggiare dopo anni di denunce e proteste. Ma è stato il decisivo intervento della Procura della Repubblica di Agrigento a sbloccare la situazione. Altrimenti, finiti i siparietti, ogni cosa sarebbe rimasta al suo posto.
IL SERVIZIO SUL GIORNALE DI SICILIA DEL 18 GIUGNO IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook