Pulizia delle aree incolte a Sciacca, i controlli: da oggi scattano multe da 500 euro

Il sindaco Di Paola: «Ci sono ragioni di sicurezza, di prevenzione degli incendi, segnalate dalla Protezione Civile»

SCIACCA. La polizia municipale sarà in azione da oggi per sanzionare quei proprietari di aree che non sono state sottoposte ad interventi di polizia, «sgrombrandole da erbe, rovi, infestanti vari e ogni tipo di materiale». E’ quanto dispone un’ordinanza sindacale del 2009 riguardante proprio la manutenzone delle aree incolte. Il sindaco, Fabrizio Di Paola, e gli assessori all’Ambiente, Gianluca Guardino, e alla Polizia municipale, Silvio Caracappa, nei mesi scorsi hanno invitato, più volte, i privati ad intervenire. Da oggi scattano i controlli e le sanzioni fino a 500 euro. «Abbiamo invitato i cittadini ad eseguire con immediatezza gli interventi prescritti sia per ragioni di decoro e per l’immagine della città, sia, soprattutto, per ragioni di sicurezza - affermano gli amministratori - di prevenzione degli incendi, necessità più volte manifestata dagli organi di Protezione civile». L’ordinanza dispone ai proprietari di terreni incolti di provvedere anche alla sistemazione delle siepi e delle ripe dei fondi «in modo da evitare il restringimento del piano viabile e l’ingombro delle cunette stradali; alla sistemazione delle siepi e dei reticolati di recinzione ad una distanza non inferiore ai 50 centimetri dal ciglio interno delle cunette stradali, provvedendo all’allontanamento del materiale di risulta e lasciando pulita la strede stradale e le cunette».

UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X