Ditte, società e immobili, dissequestrati i beni del boss di Canicattì Di Bella

AGRIGENTO. Il tribunale di Agrigento ha dissequestrato buona parte dei beni del boss Angelo Di Bella, 56 anni, di Canicattì (Ag). Disposta la confisca, invece, di una parte del capitale società di una società che si occupò della realizzazione di un centro commerciale. Di Bella era stato arrestato nel corso delle operazioni «Camaleonte» ed «Agorà». Attualmente gli è stata applicata la misura della sorveglianza speciale per tre anni. I beni dissequestrati sono 3 ditte individuali, 5 società, immobili e conti correnti. Il valore del patrimonio sequestratogli nel novembre del 2011 era stato quantificato in circa 80 milioni di euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook