Scala dei Turchi, dai giudici l’ultimo sì: sono da abbattere tutti gli ecomostri

Il Consiglio di giustizia amministrativa ha rigettato il ricorso dei proprietari per gli «scheletri» del Lido Rossello

REALMONTE. Va definitivamente in frantumi il progetto di costruzione di alcune villette sulla spiaggia di Lido Rossello, proprio accanto alla Scala dei Turchi. I tre immobili abusivi che da oltre venti anni deturpano uno dei litorali più belli della Sicilia dovranno essere abbattuti al più presto. Anzi, si è ormai fuori tempo massimo e non è da escludere un nuovo intervento della magistratura per accelerare i lavori. A segnare il destino degli ecomostri di Realmonte, dopo anni di proteste ambientaliste e inchieste giudiziarie, sono stati i giudici del Consiglio di giustizia amministrativa, che hanno respinto il ricorso proposto dai proprietari contro la sentenza con cui il Tar aveva rigettato la richiesta di sospensiva dell'ordinanza di demolizione emessa dal sindaco su ingiunzione della Procura della Repubblica di Agrigento.
UN SERVIZIO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X