Trapani, la serata dell’orgoglio granata: i tifosi celebrano gli eroi della B

Talk-show e spettacolo sul palco di piazza Vittorio Emanuele. Morace e sua moglie sono stati i più applauditi
Agrigento, Archivio

TRAPANI. Un talk-show con la partecipazione dell’opinionista e giornalista Italo Cucci, del direttore generale Anne Marie Collart Morace e del direttore sportivo Daniele Faggiano, per il Trapani calcio, e del delegato provinciale del Coni Salvatore Castelli; uno spettacolo del comico Sasà Salvaggio e degli «Ottoni Animati».
Ma i veri protagonisti dell'evento, presentato dal giornalista Sky Maurizio Compagnoni e da Stefania Renda, che si è svolto ieri sera a Piazza Vittorio Emanuele, sono stati staff tecnico e giocatori del Trapani, osannati, con cori da stadio ed urla di gioia, dalla «marea» di tifosi granata che circondava il palco della festa per la storica promozione in serie B, un traguardo raggiunto al quarto tentativo «vero» da quando, nel 1905, vennero gettate le basi per costruire quella società granata che ora ha nel comandante Vittorio Morace il suo magnifico condottiero. Uomini che resteranno «idoli» nell'immaginario collettivo, le cui «gesta», che la fantasia magari ingigantirà, saranno tramandate alle nuove generazioni di tifosi. Una festa degna di un’annata magica, «gustata» con maggiore soddisfazione dopo che è stato mandato giù l’ultimo dei bocconi amari del ricordo di quello che poteva e non è stato lo scorso anno. Il giusto riconoscimento ad un gruppo che, al di là dei valori tecnici, è stato la vera forza del Trapani, sostenuto da una società la cui serietà ed il cui impegno sono risultati fondamentali, già additati ad esempio dai vertici della Lega Pro, una Divisione alla quale, per gli ambiziosi traguardi che si pone il comandante Morace, l’auspicio è che si sia detto «addio».
Ma il Trapani calcio, la cui attività, anch’essa coronata da successi, nel settore giovanile ha fatto già da lievito a tutto il «movimento» calcistico del territorio, è già una «grande». La giornata culminata nella «madre di tutte feste» non poteva non avere un risvolto di carattere prettamente sportivo, su quel sintetico del «Roberto Sorrentino» sul quale sono state preparate tutte le partite di campionato. E così ha aderito volentieri all’iniziativa dell’Ente di promozione sportiva Aics di partecipare, nel pomeriggio, ad un confronto amichevole e a fini di raccolta fondi per beneficenza, con il Ligny,reduce dalla vittoria del campionato di Terza Categoria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook