Bollette idriche «salate» a Montevago La Girgenti: «Pronti a fare le verifiche»

Una cinquantina di famiglie si sono precipitate nella stanza del sindaco Impastato per chiedere spiegazioni
Agrigento, Archivio

MONTEVAGO. Acqua dai rubinetti a carissimo prezzo a Montevago, e scatta la protesta. Almeno una cinquantina di famiglie si sono precipitati, con la bolletta in mano, emessa dalla Girgenti Acque, nella stanza del Sindaco Calogero Impastato per chiedere spiegazioni. Bollette che sono negli importi duplicate, o anche in alcuni casi triplicate, rispetto agli stessi consumi medi degli anni passati. È il caso di Antonino Cacciatore che mostra la sua bolletta, in scadenza il 3 maggio, per l'importo di 402 euro. O del barista Nicolò Bavetta, che per il suo esercizio commerciale dovrà pagare ben 1380 euro, contro le circa 600 euro dell'anno scorso. «Un fatto inspiegabile, nonostante i consumi medi non siano cambiati». A spedire in questi giorni le bollette è la società d'ambito che gestisce il servizio idrico nella cittadina Termale. Stesso problema denuncia Giuseppe Ippolito, residente in via Mattarella: «Una bolletta di 710 euro, in unica rata, da saldare entro il 3 maggio. Non so come fare. Sono disoccupato da 4 anni con una famiglia a carico. E' un vero dramma». «C'è tutto il paese in subbuglio in quanto sono triplicate le bollette del consumo dell'acqua pubblica», dice il sindaco Impastato che denuncia: «È inaccettabile che il mio paese fornisca alla Siciliacque circa 50litri di acqua al secondo, dalla nostra sorgente Saiaro, e poi vada a pagare per la stessa acqua rimessa in rete un prezzo cosi alto. È una situazione gravissima per l'economia della cittadina. Non comprendo questo aumento dissennato delle tariffe dell'acqua praticate da Girgenti Acque, considerato che il servizio offerto è scadente oltre mancate dagli impegni assunti quali la realizzazione del depuratore». Impastato precisa: «Purtroppo nel 2010 il Comune fu messo alle strette nella consegna le rete idriche per evitare pensante sanzioni. Il consiglio Comunale, di fronte a ciò fu costretto a votare la consegna delle reti ed oggi ne paghiamo le conseguenze, nonostante un referendum ed una legge regionale che ci dà ragione, per la ripubblicizzazione dell'acqua. Su questo abbiamo scritto è sollecitato il presidente della Regione Rosario Crocetta». Da parte sua, la Girgenti Acque sulla questione delle bollette esose replica per voce di Rita Baia: «A meno di eventuali errori di lettura, che siamo disponibili a verificare, oggi vengono applicate le tariffe determinate dal commissario ad acta, appositamente nominato a seguito delle reiterate assenze dei Sindaci, allora chiamati a partecipare alla determinazione delle tariffe, oggi contestate».  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X