Processo da rifare, scarcerato boss di Canicattì

Vincenzo Leone, ritenuto uomo di spicco della mafia canicattinese, ha lasciato il carcere dopo quattro anni e mezzo di carcere: la Cassazione ha annullato la condanna della Corte d’Appello di Palermo
Agrigento, Archivio

CANICATTÌ. Ha lasciato il carcere ed è tornato libero dopo quasi quattro anni e mezzo di custodia cautelare Vincenzo Leone, 42 anni, di Canicattì, imprenditore coinvolto nell'operazione antimafia «Agorà».  La Cassazione ha annullato con rinvio la condanna della Corte d'Appello di Palermo a 9 anni di reclusione per associazione mafiosa. L'uomo è ritenuto esponente di spicco della cosca mafiosa canicattinese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X