Agrigento, rapina in albergo: dal sindaco le scuse a 2 turiste

Entrambe berlinesi, le ragazze erano appena arrivate in città. Di notte l’irruzione nella loro camera, in un B&B
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Due giovani turiste tedesche sono state rapinate, nella notte fra sabato ed ieri, mentre erano alloggiate in un bed & breakfast del centro storico di Agrigento. Il sindaco chiede scusa a nome della città. Le due ragazze, venticinquenni, sono state sorprese, mentre dormivano nella loro camera da letto, da una banda composta da tre nordafricani. I malviventi, dopo avere sfondato, a pedate, la porta della stanza, sono riusciti ad impossessarsi di due macchine fotografiche, un cellulare e 100 euro in contanti.
«Chiedo scusa a nome della città di Agrigento», ha detto nella tarda mattinata di ieri, il sindaco Marco Zambuto, annunciando che oggi incontrerà le due turiste, «per esprimere loro tutta la nostra solidarietà e per dimostrare come questa sia una città d’accoglienza. Purtroppo – ha concluso – si tratta di episodi che possono accadere in qualsiasi parte del mondo».
Erano all’incirca le tre della notte fra sabato e ieri, quando tre immigrati, con il volto parzialmente coperto da sciarpe, sono riusciti ad intrufolarsi all’interno del B&B situato nei pressi di discesa Bac Bac. Stando alle ricostruzioni dei carabinieri, che si sono occupati del sopralluogo e dell’avvio delle indagini, i rapinatori sarebbero riusciti a farsi largo all’interno della struttura, dopo avere forzato una finestra. Pare che le due giovani, entrambe di Berlino, arrivate ad Agrigento da poche ore, sentendo i rumori all’interno dello stabile, abbiano chiuso a chiave la porta della loro stanza. Una precauzione che non è però servita a molto. I tre nordafricani sono, infatti, riusciti ad entrare nella camera, sfondando l’uscio a pedate. Le venticinquenni, terrorizzate, si sarebbero, a questo punto, rifugiate sul balcone, cominciando a strillare e a chiedere aiuto. I rapinatori hanno arraffato, rapidamente, quello che hanno trovato e sono scappati a gambe levate, per fortuna senza fare del male alle due ragazze. Gli immigrati hanno portato via 100 euro in contanti, due macchine fotografiche d’ultimissima generazione ed un telefono cellulare.
Sul posto, scattato l’allarme, sono arrivati i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Agrigento. I militari hanno setacciato, immediatamente, le vie e i vicoli del centro storico, ma dei tre rapinatori nessuna traccia. Le indagini proseguono comunque a ritmo serrato. Grazie alle indicazioni date dalle giovani turiste, ma anche e soprattutto a quelle offerte da alcuni agrigentini che avrebbero visto scappare i tre, i carabinieri stanno provando a stringere il cerchio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook