Assunzioni stagionali bloccate alle Terme di Sciacca

La società, di proprietà della Regione, è tutt'ora in liquidazione. Il rischio concreto è l'annullamento delle prenotazioni

SCIACCA. Suscita preoccupazione a Sciacca, tra i lavoratori stagionali, la decisione del governo Crocetta di bloccare le assunzioni a tempo determinato presso le Terme, società di proprietà della Regione, è tuttora in liquidazione, amministrata da Carlo Turriciano, funzionario regionale che svolge anche il ruolo di commissario liquidatore.

Il mancato ricorso alle assunzioni impedisce di garantire l'apertura al pubblico degli impianti, come il Grand hotel e le stesse piscine termali. Il rischio concreto è l'annullamento delle prenotazioni. Il sindaco Fabrizio Di Paola ha già sottoposto la questione al presidente della Regione: "Il governo regionale - ha detto - deve immediatamente assumere un provvedimento urgente per consentire l'immediata operatività del Grand hotel delle Terme e di tutte le altre strutture termali".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X