Estorsioni, una condanna e un'assoluzione a Cammarata

Condannato a due anni Vincenzo Mangiapane, 57 anni, e assolto "per non avere commesso il fatto" Girolamo Lo Sardo, 60 anni
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. La prima sezione penale del tribunale di Agrigento, presieduta da Giuseppe Melisenda Giambertoni, ha condannato a due anni di reclusione Vincenzo Mangiapane, 57 anni, ed ha assolto "per non avere commesso il fatto" Girolamo Lo Sardo, 60 anni, entrambi di Cammarata, accusati di estorsione aggravata.

I due - secondo il Pm della Dda Giuseppe Fici - avrebbero costretto l'imprenditore Salvatore Emilio Greco, titolare della ditta Sogresal che era impegnata nella costruzione del centro commerciale "Edera" di Cammarata, a pagare il pizzo a Cosa Nostra e ad accettare l'imposizione della fornitura di materiale e mezzi. La vittima si è costituita, con l'avvocato Giuseppe Scozzari, parte civile ottenendo il risarcimento del danno, da parte di Mangiapane, di 20 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X