È impennata di furti in appartamenti tra Canicattì, Agrigento e Realmonte

Ladri nella città dell’uva Italia: hanno atteso che i proprietari andassero alla processione per portar via i preziosi
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Ladri scatenati. Villette ed appartamenti nel mirino. Accade nel centro storico di Agrigento, ma anche a Canicattì e nelle periferie di Porto Empedocle e Realmonte. Sette i "colpi" nelle ultime ore. Ad indagare sono carabinieri e polizia. Nella città dei Templi, i "topi d'appartamento" hanno razziato 4abitazioni, in 2 edifici diversi ma vicini, in via Ficani nei pressi della via Atenea. Il modus operandi è stato pressoché identico: hanno forzato una finestra, sono entrati ed, approfittando dell'assenza dei padroni di casa, hanno portato via quanto di prezioso fosse custodito nelle abitazioni. Hanno "tralasciato" dunque gli ingombranti tv color e gli impianti stereo ed hanno "privilegiato" oro, argenti e contante. Il bottino, in tutti i casi, è ancora da quantificare. Sul posto si sono recati i carabinieri del Norm, coordinati dal tenente Rosario Iozza. I militari dell'Arma hanno avviato le indagini.
Colpo grosso, invece, a Realmonte, in contrada Baiate Vallonforte dove i malviventi, dall'interno di una villetta di campagna, abitata sia in estate che in inverno, sono riusciti a portar via oro e preziosi quantificati - in sede di denuncia ai militari dell'Arma - in 5 mila euro. Anche in questo caso - che si è verificato nel pomeriggio di giovedì (ma la notizia è trapelata soltanto ieri) - i ladri sono riusciti a farsi largo all'interno dell'abitazione forzando una finestra posta al pianterreno. Ancora più difficile in questo caso, rispetto ai furti nel centro di Agrigento, riuscire a risalire all'identità dei balordi che hanno preso di mira la villetta. Potrebbe, invece, esserci una svolta - grazie alle indagini dei poliziotti del commissariato "Frontiera" di Porto Empedocle, che è coordinato dal vice questore aggiunto Cesare Castelli - nel furto messo a segno in una villetta del villaggio Bellavista. Pare, infatti, che i malviventi, per riuscire ad entrare nell'abitazione, si siano fatti male. I poliziotti hanno trovato, e fatto acquisire dai colleghi della Scientifica, delle tracce di sangue. "Tracce" che verranno adesso analizzate e comparate. Anche in questo "colpo", a Bellavista, i ladri hanno privilegiato denaro contante e preziosi.
Ladri senza scrupoli, infine, nel centro di Canicattì. Seppur nell'abitazione presa di mira vi fosse un portatore di handicap, i malviventi hanno atteso che i proprietari uscissero per partecipare alla processione del venerdì Santo, e, senza far del male alla persona inferma, hanno portato via tutti gli oggetti di valore. Indaga la polizia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X