Nuova rete idrica: «Entro due mesi l’inizio dei lavori»

Dato il via libera al progetto esecutivo
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Dopo tanti anni di duro iter burocratico, finalmente si arriva al punto finale di una vicenda che sembrava essere destinata a non decollare mai». Il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, è contento e soddisfatto alla notizia del parere favorevole, da parte della commissione tecnica regionale Lavori Pubblici, sull'esecuzione del progetto di ristrutturazione e d'automazione della rete idrica cittadina per l'ottimizzazione della distribuzione dell'acqua potabile. Una questione sollevata più di trent'anni addietro, e sbloccata definitivamente ad inizio di questa settimana. L'impianto, costato complessivamente 33 milioni di euro, di cui 26 da fondi pubblici e 7 da privati, riguarderà l'intera città, attraversando tutti i canali. E a breve, massimo due mesi, potranno iniziare i lavori.
«Possiamo tranquillamente affermare - ha continuato Zambuto - che siamo all'epilogo di una faccenda dopo che abbiamo appreso il parere favorevole del progetto esecutivo con la possibilità, adesso, di affrontare un'emergenza che gravava sulla città e sui cittadini da più di trent'anni».
Zambuto spiega come si è arrivati alla soluzione della questione, mettendo in evidenza il lavoro svolto in questi anni: «Abbiamo portato una serie di progetti affinché l'opera si potesse realizzare a beneficio di tutta la collettività facendo sì che in un modo o nell'altro anche Agrigento si dotasse di una struttura fondamentale rispetto alle esigenze di tutti. Certamente con il parere favorevole mancano gli ultimissimi dettagli che saranno presto risolti per poi iniziare in maniera definitiva i lavori. Già nel dicembre del 2010 prima ci fu l'approvazione da parte della Regione Siciliana e successivamente il decreto di finanziamento dell'intera struttura. Oggi, in pratica, - spiega il primo cittadino - si attende soltanto il parere da parte del responsabile unico del procedimento. L'inizio dei lavori? Sinceramente ancora non vi è una data certa, ma nel giro di un paio di mesi partirà il tutto».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook