Ai lavoratori acconto sullo stipendio: rifiuti, alla Sogeir sospeso lo sciopero

La società d’ambito salda le spettanze di dicembre 2012 e anticipa mille euro per quelle di gennaio 2013
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Nessuna revoca dello sciopero che era in programma domani e dopodomani, ma una sospensione. Una sorta di tregua quella concessa dagli operai alla Sogeir, la società che effettua il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Sciacca e in altri 16 Comuni dell’Ato Ag1. I lavoratori riscuoteranno lunedì prossimo il saldo dello stipendio di dicembre 2012 e un anticipo di mille euro su quello di gennaio 2013. La società d’ambito ha subito un nuovo pignoramento dei conti correnti da un altro creditore, questa volta la Sap, per circa 192 mila euro, ma le somme riscosse dal Comune di Sciacca erano già state trasferite per il pagamento degli stipendi. «Aspettiamo il saldo di gennaio e lo stipendio di febbraio - dice Enzo Iacono, della Funzione pubblica Cgil - e se non arriveranno in tempi brevi già a metà mese saranno effettuate due giornate di sciopero». Ancora più chiaro il segretario provinciale della Funzione pubblica Cgil, Alfonso Buscemi: «Se a metà marzo dovesse persistere tale situazione di disagio per i lavoratori - dice - costretti a finanziare con il proprio stipendio le gravi inadempienze dei sindaci con gravi ripercussioni per i cittadini, la Cgil promuoverà una grande manifestazione a Sciacca». Per Maurizio Benfari, operaio Sogeir, «la sospensione dello sciopero è stata effettuata soltanto per rispetto verso le istituzioni che si sono impegnate a fare avere le somme che riscuoteremo. Se entro la metà di marzo - continua - non si arriverà anche al versamento di altre spettanze che attendiamo non potremo che scioperare». Francesco Canzonieri, altro operaio Sogeir: «La situazione è critica e noi, che abbiamo famiglia, ci troviamo in difficoltà». La prossima settimana potrebbe essere decisiva anche perchè sono attese notizie da Palermo sui piani di rientro e dunque sulle somme che la Regione stanzierà per questo servizio. Intanto, anche la Sap, come la Sam, che aveva effettuato il pignoramento per 270 mila euro, è pronta a ritirare tutto se otterrà le somme dalla Sogeir. Il liquidatore della Sogeir, Vincenzo Marinello, si trova a operare su più fronti, da un lato il pagamento degli stipendi ai lavoratori e dall’altro la iniziative avviate dai creditori. La situazione, dunque, rimane sospesa per la società che vanta dai Comuni dell’Ato un credito di oltre dieci milioni di euro. I rifiuti verranno rimossi dai cassonetti, ma tutto è condizionato a come evolverà il quadro nei prossimi giorni. La protesta rimane dietro l’angolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook