"Nave troppo vecchia": sciopero e proteste a Lampedusa

Per la terza volta oggi i lampedusani hanno impedito l'attracco del traghetto «Paolo Veronese» giunto da Porto Empedocle. "Istituzioni insensibili, non ascoltano le nostre ragioni"

LAMPEDUSA. Sciopero generale oggi a Lampedusa  per protestare contro la «Compagnia delle isole» che utilizza,  dicono i cittadini, navi vecchie, pericolose per il trasporto  tra la Sicilia e le Pelagie. Per la terza volta oggi i  lampedusani hanno impedito l'attracco del traghetto «Paolo  Veronese» giunto da Porto Empedocle vuoto perchè tutti gli  isolani e gli autotrasportatori empedoclini sanno che alla nave  non è permesso attraccare per la protesta.    «Dopo cinque giorni di protesta - dice Totò Martello,  presidente del consorzio dei pescatori - nessuna comunicazione  è giunta al comitato promotore della protesta da parte della  Regione siciliana. Questa è la dimostrazione della lontananza e  dell'assenza di sensibilità delle istituzioni nei confronti  degli isolani. Chiediamo al presidente Crocetta l'immediata  convocazione di un tavolo tecnico per affrontare il problema dei  trasporti via mare e della sicurezza delle persone che sono  obbligate a utilizzare la nave».      «Stupisce - conclude - che dopo svariate denunce nessun  controllo da parte della capitaneria di porto e dei Nas venga  fatto sul traghetto utilizzato attualmente dopo che la motonave  'Palladiò è stata messa da parte per l'ultimo incendio nella  sala macchine» 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X