Akragas, strapotere all’Esseneto: la Sancataldese può solo arrendersi

La cronaca è quella di una gara a senso unico con i biancoazzurri tutti in grande forma. La promozione in serie D è ormai a un passo
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. La capolista Akragas batte il fanalino di coda Sancataldese. Tutto secondo copione. Cinque a uno il risultato finale e promozione in serie D virtualmente in cassaforte: i punti di distacco dal San Giovanni Gemini diventano dieci. A sei giornate dalla conclusione il traguardo è ormai dietro l'angolo. In tribuna all'Esseneto c'era anche il candidato premier Angelino Alfano che ha seguito la gara insieme al presidente Silvio Alessi e al termine, in sala stampa, ha annunciato il suo impegno per promuovere un gemellaggio con il Milan non escludendo l'idea di un'amichevole con l'Akragas all'Esseneto. La cronaca è quella di una gara a senso unico con i biancoazzurri che partono subito con il ritmo giusto per non rischiare di farsi imbrigliare dalla manovra difensiva degli avversari. Bonaffini, in forma strepitosa, all'11' trova la rete del vantaggio dopo averla sfiorata pochi secondi prima. Il jolly agrigentino anticipa il portiere ospite in uscita e sfrutta alla perfezione l'assist di testa di Contino. Otto minuti più tardi ci prova ancora Bonaffini ma questa volta si divora il 2-0 mancando la deviazione sul passaggio di Iannello. Al 21 prima sortita offensiva della Sancataldese con Di Franco che si fa ribattere il tiro dall'esordiente Bonanno. Al 34' l'Akragas trova il raddoppio. Bella la triangolazione Arena-Bonaffini-Contino con il capitano che trova il diagonale del 2-0. È un dominio dell'Akragas. Al 39' Arena prova il tris con un tiro al volo leggermente impreciso. Si va nell'intervallo. Torregrossa prova a cambiare qualcosa e mette dentro Così al posto di Patera. L'Akragas però ha bisogno di soli 35 secondi per realizzare il tris che arriva con un colpo di testa di Bonaffini in area su cross dalla destra di Criniti. Gli ospiti imbarcano troppa acqua e l'Akragas capisce che può arrotondare. Al 9' Arena, tutto solo servito da Bonaffini, si invola verso la porta e trafigge Di Carlo con un bolide imprendibile. È un'Akragas incontenibile. Al 23' Arena arrotonda il suo score nella classifica dei cannonieri e realizza il ventesimo gol personale che vale il 5-0. L'azione è da manuale ed è innescata da uno scambio con Bonaffini. Dopo qualche settimana di appannamento è tornata l'Akragas straripante che ha annichilito tutte le avversarie. Al 27' Bonaffini, inesauribile, colpisce il palo dalla linea di fondo. Poi si divora una conclusione facile in area. Lo imita poco dopo Arena. A tempo scaduto i nisseni trovano la rete del 5-1 con una zampata di Albeggiano. I tifosi di casa applaudono e sognano già il ritorno nel calcio che conta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X