«Concessioni edilizie a rilento» Paralizzate le ristrutturazioni

Lunghe attese pure per le autorizzazioni a costruire e per i certificati di destinazione urbanistica

CANICATTI'. Da molto tempo a questa parte lo skyline dell'abitato cittadino mostra solo la presenza sporadica di qualche gru, in centro ed in periferia vi è uno scarsissimo numero di cantieri edili impegnati in realizzazioni ex novo o nella ristrutturazione di vecchi edifici. La crisi economica imperversa anche a Canicatti ma la paralisi dell'edilizia privata causata dalla difficile congiuntura finanziaria attuale trova un altro "alleato" nel blocco o quantomeno nei ritardi nelle concessioni edilizie impantanate nelle pastoie burocratiche dell'Ufficio Tecnico Comunale oggi come non mai afflitto da una lentezza cronica nell'espletare i compiti ai quali è demandato. Sono decine e decine ad oggi le pratiche di svariata natura che giacciono inevase tra le carte dell 'UTC, da autorizzazioni a costruire a certificati di destinazione urbanistica a quelli di agibilità per finire alle richieste di sanatoria edilizia. I tempi per rilasci e concessioni edilizie sono diventati ormai troppo lunghi traducendosi in un danno per il cittadino, costretto ad attendere ciò che per diritto gli deve essere concesso in tempi certi. In molti casi le pratiche, giá esitate dagli uffici competenti, tornano indietro perchè manca una firma necessaria per il rilascio finale. Le attese dei cittadini arrivano a sfiorare gli otto - nove come nel caso ad esempio di una richiesta di un certificato di regolarità presentata dal proprietario di un immobile che a causa del ritardo dell'Ufficio Tecnico ha deciso di accantonare il progetto di installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione. Dati e preoccupazioni queste espresse dal consigliere comunale Antonio Tiranno che da tempo si è interessato al problema seguendo da vicino l'operato dell'Utc. «La situazione è davvero preoccupante - ha dichiarato Tiranno -.Ci troviamo di fronte ad un Ufficio tecnico impantanato e con i tecnici del settore, i soggetti che operano nell'edilizia ed i privati cittadini fortemente penalizzati da questa situazione». Per fare luce sul perchè di questi ritardi Tiranno si è fatto promotore di un tavolo tecnico,al quale sono stati invitati tutti i funzionari dell'ufficio in questione. «Servirà a comprendere le ragioni dei disservizi - ha spiegato il consigliere- ed a valutare le possibili soluzioni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook