Sciacca, niente sciopero: oggi si raccolgono i rifiuti

Sogeir, pagamento stipendi entro 4 giorni
Agrigento, Archivio

SCIACCA. Alla fine gli operai hanno accolto la richiesta della Sogeir e sospeso lo sciopero che era in programma questa mattina per il mancato pagamento degli stipendi. Devono riscuotere una quota di quello di dicembre 2012 e la mensilità di gennaio 2013. Gli ultimi ad accettare la proposta della società sono stati quelli impegnati a Ribera e Menfi. Fino a ieri non era escluso una sciopero soltanto in questi cantieri. Oggi, dunque, la raccolta dei rifiuti, a Sciacca e negli altro 16 Comuni dell’Ato verrà effettuata. «Lo sciopero, però, non è stato revocato - precisa Alfonso Buscemi, a capo della Funzione pubblica Cgil - così se entro venerdì la società non pagherà avremo la possibilità di svolgerlo, e questa volta per due giornate, a partire dal 3 marzo. Se le avessimo revocato in caso di mancato pagamento degli stipendi, avremmo dovuto riprendere tutto l’iter - conclude Buscemi - che ha la durata di circa un mese». La Cgil era perplessa nell’accogliere la richiesta della società, mentre dagli altri sindacati è arrivato subito il via libera a qualche giorno di attesa. La Sogeir sta incassando degli anticipi dai Comuni, compreso Sciacca, e spera di racimolare circa 500 mila euro, la somma necessaria per saldare spettanze con i lavoratori. In prospettiva, con l’arrivo dei fondi regionali, il problema potrebbe trovare una soluzione una soluzione più stabile. Per i lavoratori il primo obiettivo è di riscuotere entro venerdì le spettanze arretrate mentre già incombe lo stipendio di febbraio 2013.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook