Operaio morto in una cava a Villafranca: quattro indagati per omicidio colposo

Sono i due titolari della cava, il responsabile della sicurezza e il direttore dei lavori. Domani autopsia sul corpo della vittima, Mario Cardinale
Agrigento, Archivio

SCIACCA. La procura di Sciacca ha iscritto quattro persone nel registro degli indagati
nell'ambito dell'inchiesta per la morte dell'operaio edile Mario Cardinale, avvenuta la scorsa settimana alla cava Galbasa di Villafranca Sicula, nell'entroterra agrigentino. L'ipotesi di
reato è di omicidio colposo. Gli indagati sono i due titolari della cava, il responsabile della sicurezza e il direttore dei lavori. Domani il corpo di Cardinale sarà sottoposto ad autopsia. Gli inquirenti intendono appurare se l'operaio, travolto da una frana mentre lavorava alla cava e rimasto sepolto sotto le macerie per nove giorni prima di essere recuperato, sia morto sul colpo. La scorsa settimana la moglie di Cardinale, Rosalia Di Noto, aveva protestato contro i tempi
eccessivamente lunghi per il recupero del corpo del marito. Gli scavi erano stati più volte sospesi a causa della pericolosità del sito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X