Statale 640, nuovo passo in avanti Ripresi i lavori del «primo lotto»

In particolare, le attività riprendono tra contrada «Vecchia Dama», nel Canicattinese, e contrada «Cometi»
Agrigento, Archivio

CANICATTI’. Strada statale 640: un altro e decisivo passo in avanti. Ieri mattina, sono ripresi i lavori del primo lotto dell'arteria che collega Agrigento - Caltanissetta. In totale, mancano complessivamente otto chilometri per completare l'intera opera che verrà ultimata entro i primi mesi estivi. In particolare, le attività riprendono tra contrada Vecchia Dama, nel Canicattinese, e contrada Cometi. Ripresa la spinta del ponte Serra Cazzola, lato Caltanissetta, che rappresenta, appunto, una delle opere più importanti dell'intero primo lotto. Tra qualche mese, invece, riprenderanno i lavori che riguarderanno gli ultimi strati di pavimentazione stradale, a partire da contrada Grottarossa che darà piena funzionalità alla viabilità. In estate, sarà quindi completato il lavoro degli ultimi anni che ha permesso di aprire al traffico ventisei chilometri a doppio senso di marcia. L'obiettivo è quindi quello di completare le opere. Attualmente sono circa duecento le unità lavorative impegnate in tutto il cantiere. Nei prossimi giorni sarà inoltre completata la soletta del viadotto "Rocca Daniele" e avviate tutte le opere di rifinitura. Per l'utilizzo di un sistema di sollevamento e spinta sincronizzata, il Serra Cazzola è divenuto un vero e proprio prototipo in tutt'Europa. Si tratta, infatti, della prima volta che viene utilizzata una tecnica di questo genere con una forma ad arco ribassato e una lunghezza di varo superiore a mille metri. Vengono spinti complessivamente due tratti da cinquecento metro circa fino a congiungersi al centro della campata da centoventi metri. La lunghezza totale dell'opera è di novecentottanta metri. Una volta raggiunte le posizioni definitive, i tratti di viadotto vengono abbassati a quota definitiva e viene completata l'opera realizzando la soletta collaborante sopra le travi in acciaio. Presenti ieri mattina sul luogo il direttore tecnico della società "Empedocle", Calogero Abissi, ed il direttore tecnico dei viadotti della Ss 640, Emilio Giordano. «Si tratta di un importante e significativo risultato raggiunto - ha dichiarato Giordano - proprio perché si pensa di offrire alla collettività un servizio altamente efficiente una volta terminati i lavori. E' uno dei viadotti più grandi e più innovativi anche per il tipo di tecnologia che è stato applicato Ancora qualche mese - ha detto il direttore tecnico dei viadotti della strada statale 640 - e tutto sarà completato».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook