Scuole a Licata, serve manutenzione urgente: appello dei consiglieri comunali baby

Gli studenti hanno denunciato la presenza di crepe e segnalato la necessità di nuovi arredi e di maggiore pulizia

LICATA. “Le nostre scuole necessitano di urgenti interventi di ristrutturazione, gli organi competenti si attivino subito”. E’ un appello accorato quello che i consiglieri comunali baby hanno lanciato in occasione della prima, e molto proficua, riunione del consiglio comunale dei ragazzi. Dell’organismo, guidato dal baby sindaco Daniele Marrali, fanno parte ben trenta alunni di elementari e medie che, confrontandosi con i rappresentanti dell’amministrazione attiva, e con i tecnici del Comune, non le hanno certo mandate a dire. In avvio di seduta è stato proprio il baby sindaco a porre l’accento sulle condizioni delle scuole cittadine. “Nei plessi – ha detto il ragazzo – ci sono diverse emergenze che necessitano di soluzione in tempi brevi. In alcune scuole i problemi riguardano i bagni, in altri sono evidenti delle crepe nei muri che potrebbero diventare pericolose”. La questione scuole era l’unico argomento all’ordine del giorno della prima riunione del consiglio comunale baby (i cui verbali sono stati ora pubblicati sull’albo pretorio on line del Comune), ma non sono bastate oltre due ore di seduta per esaurirlo completamente. Dal racconto fatto, praticamente, da tutti i baby consiglieri presenti, emerge che i ragazzi si rendono ben conto delle condizioni in cui versano molto scuole e non sono disposti ad attendere ulteriori rinvii circa i lavori di ristrutturazione da eseguire. C’è chi ha rilevato che nella sua scuola crollano dei calcinacci, chi ha fatto presente che banchi e sedie sono troppo vecchi e non sono sicuri, chi ha chiesto più pulizia. Alcuni baby consiglieri hanno anche sostenuto la necessità di eseguire maggiori esercitazioni di evacuazione in caso di incendi o terremoti. Giuseppe Terranova, commissario straordinario del consiglio comunale, ha invitato assessori e tecnici presenti alla riunione ad accogliere i suggerimenti dei ragazzi. L’assessore alla Pubblica Istruzione, Patrizia Urso, ha preso nota delle questioni sollevate ed ha annunciato che saranno eseguiti dei sopralluoghi per affrontare soprattutto i problemi strutturali. Per quanto riguarda gli arredi, invece, il Comune ha pochi soldi in cassa e per il momento non sono previsti nuovi acquisti.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook