Rifiuti, le città ripulite entro domani

Gli autocompattatori stanno lavorando a pieno regime per riportare alla normalità le condizioni igieniche del capoluogo e degli altri centri
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Ci vorrà almeno un altro giorno per ripulire la città dei Templi e gli altri comuni dell’Ato Ag2, dopo la sospensione della raccolta per due giorni.
Gli autocompattatori delle imprese sono infatti tornate al lavoro già ieri notte ma i comuli di rifiuti si erano già accumulati rendendo necessaria almeno un’altra giornata prima di poter tornare alla normalità.
Intanto, dopo la riapertura fino a giorno 31 gennaio della discarica di Siculiana, i sindaci di Gesa stanno facendo i conti con i propri bilanci in attesa che giorno 20 riaprano le tesorerie comunali rendendo possibile i versamenti per mettere la stessa società d’ambito, nelle condizioni di saldare i debiti pregressi con la Catanzaro costruzioni e con le imprese che stanno già lavorando grazie alla proroga di nove mesi, fino al 30 settembre concessa dal commissario liquidatore Teresa Restivo.
Intanto gli operatori ecologici continuano a restare in attesa di conoscere notizie sui loro stipendi arretrati che sono quelli di novembre e di dicembre e la tredicesima che non hanno ancora percepito. Si tratta di somme che sono comunque legate al mantenimento degli impegni presi due giorni addietro dai sindaci. Nel momento in cui ci saranno i versamenti nei conti di Gesa, gli importi verranno stornati anche alle imprese che si occuperanno di fare i conteggi e procedere ai pagamenti. Fino a quel momento, non avendo le ditte, percepito soldi ormai da mesi, non ci sono le condizioni per latre anticipazioni anche se, grazie al lavoro dell’attuale gestione della Gesa, si stanno registrando quotidiani introiti frutto della lotta all’elusione e all’evasione. Ma si tratta di somme, che se pur incoraggianti, non sono quelle che servono a pagare oltre 380 operatori ecologici assunti negli anni. E questa mattina, il commissario Restivo, incontrerà a Menfi, i funzionari regionali del comparto rifiuti, in città per un convegno in cui, insieme al presidente Rosario Crocetta, si parlerà di raccolta differenziata, di impianti, di dati e numeri relativi ai conti degli ATO, ma soprattutto si discuterà del futuro relativo alla gestione della raccolta e smaltimento dei rifiuti in Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook