Ribera, accordo per la nuova giunta: probabile ingresso di Grande Sud

In Municipio c’è stato un summit nel gabinetto del sindaco tra le forze che compongono l’attuale maggioranza

RIBERA. L’ingresso di ”Grande sud” e del Pid - Cantiere Popolare per la prima volta nel corso della legislatura, l’uscita definitiva dalla maggioranza di Alleanza per l’Italia, in ”rotta” con il sindaco Carmelo Pace e i suoi collaboratori, dopo aver fatto parte integrante dell’esecutivo, la diminuzione del numero di assessori per l’Mpa - Pds, l’assenza in giunta dell’Udc, che, comunque, soterrà l’Amministrazione comunale, la conferma della presenza di un esponente del Popolo delle libertà, che, però, non sarà più rappresentato dall’ex assessore ai lavori pubblici Baldassare Tramuta, la costituzione di una giunta ”politica” e non ”tecnica”, come voluto nei giorni scorsi dal Pid - Cantiere popolare.

Sono questi i punti salienti che vengono fuori dal summit tenuto ieri mattina nel gabinetto del sindaco Carmelo Pace. L’incontro è stato lo ”scivolamento” naturale di quello tenuto la sera prima nel corso del quale si è appreso delle dimisisoni dell’assessore Tramuta e del vice sindaco Davide Caico. Alla luce delle novità venute fuori i rappresentanti dei partiti della maggioranza (Udc, Pid - Cantiere Popolare, Grande sud, Pdl e Mpa - Pds) hanno ritenuto di aggiornarsi per valutare la nuova realtà creatasi con, in pratica, il definitivo ”azzeramento” della prima giunta Pace, quella eletta nel giugno del 2010, con qualche inserimento in corso d’opera (è entrata Carmela Vaccaro, al posto del vice sindaco Giuseppe Cortese) e ridotta al lumicino dopo le dimissioni degli assessori Vaccaro ed Antonio Sgrò.

E’ stato tenuto così un nuovo incontro al quale, oltre al sindaco hanno preso parte i vari Stefano Vacante, Mariano Ragusa, Gaetano Schifano, Tommaso Pedalino, Paolo Caternicchia, Carmelo Territo, Vincenzo Russo, Nello Inglese e altri. Al centro della discussione soprattutto la valutazione sulla qualità del nuovo esecutivo: avrà natura tecnica o rigorosamente politica? In questo caso appare scontato che l’Mpa - Pds dovrà cedere un proprio assessore - ne ha avuti due fino alle dimissioni dell’assessore Vaccaro - a vantaggio di Grande Sud, che entrerebbe per la prima volta forte del numero di tre consiglieri in carica, tra i quali anche il vice presidente Carmelo Territo e del Pid - Cantiere popolare, che forte di sei consiglieri su 20 punterebbe ad un coinvolgimento diretto in amministrazione, dopo avere avuto anche dall’inizio della legislatura una solida presenza in maggioranza con la presidenza del consiglio comunale affidata al medico Giuseppe Tortorici. Adesso si attendono le decisioni definitive che dovranno essere prese dal sindaco Pace.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook