Nuove analisi sull’acqua a Sciacca, "Girgenti": non è inquinata

Adesso si attendono gli accertamenti dell’Asp che aveva rilevato la presenza di batteri coliformi
Agrigento, Archivio

SCIACCA. Le analisi eseguite ieri da «Girgenti Acqua» sui nuovi campioni prelevati all’uscita dei serbatoi Rocche Rosse e Mura di Vega hanno dato esito favorevole alla potabilità. La società a capo del servizio idrico ha già comunicato i risultati sia al Comune che all’Asp.

Dal servizio Igiene pubblica dell’Asp fanno sapere che lunedì prossimo, 3 dicembre, si procederà a nuove analisi e se queste daranno esito favorevole alla potabilità il sindaco potrà revocare l’ordinanza che, dal 14 novembre scorso, vieta l’utilizzo per scopi potabili dell’acqua erogata nel centro storico e nelle contrade Isabella, Stancapadrone, Sant’Antonio, Cava di Lauro, nelle fontanelle del vicolo Giummare e di piazza Virzì e in un’utenza privata di via Castello.

L’ordinanza del sindaco, Fabrizio Di Paola, è arrivata dopo che le analisi dell’Asp hanno rilevato la presenza nell’acqua di batteri coliformi. Girgenti Acque ha già proceduto a due interventi e adesso ha comunicato che la situazione, come evidenziano i risultati delle analisi effettuate nei propri laboratori, è tornata alla normalità. L’ultima parola, però, spetta all’Asp e dunque alle analisi che verranno effettuate la prossima settimana.

La vicenda è stata seguita costantemente dall’assessore comunale ai Servizi a rete, Gianluca Guardino, che ha effettuato un monitoraggio della situazione «per la quale - afferma - non si sono resi necessari interventi straordinari. Per fortuna, non abbiamo registrato disagi da parte della popolazione anche se adesso attendiamo l’esito delle nuove analisi che verranno effettuate dall’Asp con l’auspicio che venga confermato che il problema è stato risolto».

Purtroppo, non è la prima volta che a Sciacca, negli ultimi anni, viene riscontato l’inquinamento dell’acqua erogata. In questo caso il problema sta trovando celere soluzione. Nel passato è stato necessario procedere anche a lavori per evitare punti contatto tra la rete idrica e quella fognante e in via Incisa anche alla sostituzione di un lungo tratto della condotta fognaria con lavori che sono andati avanti per molto tempo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X