Akragas, stop di 10 giorni per Morgana: Rigoli è alle prese con l’infermeria

L'Akragas, alla ripresa degli allenamenti dopo la vittoria di sabato (3-0) contro il Monreale, aggiorna la situazione dell'infermeria
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Morgana tornerà fra una decina di giorni: il suo infortunio muscolare alla gamba è meno grave del previsto. Per Parisi e Vinciguerra, alle prese rispettivamente con una sospetta contrattura e con una botta alla caviglia, i tempi di recupero si conosceranno nelle prossime ore dopo gli accertamenti. L'Akragas, alla ripresa degli allenamenti dopo la vittoria di sabato (3-0) contro il Monreale, aggiorna la situazione dell'infermeria.

Ieri pomeriggio la squadra è tornata al lavoro allo stadio Esseneto. A guidare la seduta è stato il preparatore atletico Alessandro Russo, l'allenatore Pino Rigoli era al corso di Coverciano e riprenderà oggi le redini della sua squadra. La domenica di campionato ha cambiato la situazione alle spalle dell'Akragas che ha sette punti di distacco dalla seconda che non è più il Campofranco (scivolato al quarto posto) ma è il San Giovanni Gemini che affronterà il 9 dicembre in trasferta.

"Questo turno - commenta il direttore sportivo Salvatore Catania - conferma la mia idea sulla situazione del torneo. Ci sono almeno altre quattro squadre che lotteranno fino alla fine insieme a noi per la promozione e ce ne sono altre che daranno battaglia per risalire e conquistare almeno i play off, su tutte l'Alcamo. Siamo consapevoli che sarà difficile, ma resta la soddisfazione di giocare in un girone di alto livello agonistico e qualitativo all'insegna dell'equilibrio".

La squadra oggi svolgerà una seduta mattutina. Niente allenamento pomeridiano a causa della indisponibilità di cinque giocatori juniores che sono stati convocati nella rappresentativa regionale. Negli ultimi giorni la comitiva biancoazzurra, che da alcune settimane si è riappropriata dello stadio Esseneto dopo i lavori di risemina, è stata costretta a spostarsi fra Palma di Montechiaro e i campetti del centro sportivo La Pinetina per le sedute di allenamento. La stessa situazione si potrebbe riproporre nei prossimi giorni per consentire alla ditta che gestisce il terreno di gioco di eseguire dei lavori di mantenimento. Domenica prossima il calendario riserva un altro turno casalingo. All'Esseneto arriva la Folgore. Sulla carta è un'altra avversaria più che abbordabile. I trapanesi si trovano all'undicesimo posto con appena dodici punti in classifica. Catania non si fida.

"Domenica hanno perso in casa ma giocavano contro il Raffadali che è una delle formazioni più forti del campionato. Prima di questa sfida hanno collezionato tre partite utili consecutive. È una squadra che non molla anche perché Castelvetrano è una piazza molto importante. In ogni caso la squadra ha dimostrato grande maturità perché non ha mai perso la carica e la concentrazione neppure nelle partite dove si affrontano avversarie sulla carta meno quotate. Il merito di questo - conclude Catania - è soprattutto del tecnico Rigoli".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X