Crisi, a Canicattì si risparmia sulle commissioni

CANICATTI'. Migliorare l'efficienza ed il funzionamento delle attività istituzionali delle Commissioni consiliari del comune e portare dei benefici in termini di risparmio alle casse comunali attraverso la riduzione della spesa dei gettoni di presenza erogati ai componenti delle stesse commissioni. E' questa la ratio che sta dietro ai provvedimenti assunti dal Presidente del Consiglio comunale, Domenico Licata, che ha approvato nello specifico una declaratoria sulle materie di competenza di ciascuna commissione consiliare,un atto di indirizzo sulle procedure da utilizzare nel corso delle sedute ed una direttiva riguardante la tempestiva trasmissione dei verbali delle sedute all'amministrazione comunale ed ai dirigenti. «Ho ritenuto necessario avviare quest'azione di riordino- ha dichiarato Mimmo Licata - alla luce delle diverse problematiche più volte sollevate e concernenti diversi aspetti delle attività delle commissioni consiliari permanenti e della necessità di mettere un freno alle numerose convocazioni delle stesse, che spesso si sono rivelate infruttuose e che hanno portato ad un'eccessiva uscita in termini di gettoni di presenza a favore dei componenti». In particolare l'atto d'indirizzo definisce le nuove modalità di svolgimento delle riunioni delle otto Commissioni consiliari permanenti con riferimento al numero massimo di convocazioni delle stesse per la completa trattazione di ciascun argomento inserito nell'ordine del giorno. Il decreto del Presidente del Consiglio comunale riduce a due il numero di sedute massime per esitare gli argomenti in discussione che dovranno concludersi o con una eventuale proposta di deliberazione consiliare o con una proposta di ordine del giorno o atto di indirizzo per l'amministrazione comunale da sottoporre all'esame del Consiglio Comunale. Vi sarà inoltre divieto di inserire all'ordine del giorno delle riunioni delle singole Commissioni materie di competenza di una diversa Commissione consiliare. Un altro importante passaggio introdotto dall'Atto di indirizzo del Presidente del Consiglio riguarda la presentazione da parte dei presidenti delle singole Commissioni al Consiglio Comunale di una dettagliata relazione a carattere annuale sull'attività svolta, che dovrà essere trasmessa entro il mese di Settembre di ciascun anno. Con la direttiva invece viene regolata la modalità di trasmissione dei verbali relativi alle riunioni delle Commissioni. Questi dovranno essere opportunamente e tempestivamente trasmessi dai singoli Presidenti di Commissione all'Ufficio di Presidenza del Consiglio comunale, affinché possano essere consultati dai Consiglieri comunale ed ai componenti della Giunta comunale ed ai Dirigenti per l'eventuale consequenziale adozione degli atti di competenza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook