Akragas, il tecnico Rigoli: «Avevamo rabbia per il pareggio di Alcamo»

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. «Non direi che è stata una gara in discesa, siamo partiti bene ma abbiamo affrontato e battuto una squadra con un organico che non merita questa classifica». L'allenatore dell'Akragas, Pino Rigoli, non ci sta a etichettare il tre a zero casalingo di sabato contro il Monreale come un successo facile e scontato. «Non è stato così semplice, abbiamo affrontato questa partita nel migliore dei modi. Avevamo una grande rabbia per il pareggio di Alcamo. Siamo partiti bene nei primi venti minuti e abbiamo chiuso la partita». L'allenatore sottolinea anche le sbavature della squadra. "Abbiamo sbagliato troppi passaggi e commesso qualche imprecisione di troppo. In avanti bisogna essere più cinici. Nel complesso comunque abbiamo legittimato la vittoria con grande determinazione. Poi ironizza sull'infortunio di Parisi (che arriva sei giorni dopo quello di Morgana) e commenta positivamente la prestazione di Bonaffini sulla corsia destra della difesa. "Vorrà dire che la prossima partita la giocheremo senza il terzino destro, così non si infortuna. Bonaffini ha fatto molto bene in quel ruolo, lo abbiamo preso anche perché sapevamo che poteva giocare in diverse posizioni. L'anno scorso a Ragusa l'ho schierato anche da punta centrale". Accanto a Rigoli, nella sala stampa dello stadio Esseneto, c'è il direttore sportivo Salvatore Catania. Il dirigente conferma che non sono previsti movimenti né in entrata né in uscita nella finestra di mercato autunnale. "Non ci saranno acquisti, né cessioni. Per noi la squadra è completa, insieme al mister abbiamo deciso di allestire un organico all'altezza già a luglio e i risultati ci stanno dando la conferma. Non credo che ci saranno neppure cessioni - aggiunge Catania - perché nessuno ci ha manifestato l'intenzione di cambiare aria". Il diesse si lascia andare anche a un apprezzamento particolare verso il pubblico. "Hanno risposto alla grande nonostante fosse una giornata lavorativa, loro sono già da categoria superiore e lo hanno dimostrato applaudendo gli avversari". Aggiunge Rigoli: "Cercheremo di regalare loro il massimo delle vittorie possibili". Soddisfatto anche il vicepresidente Giovanni Castronovo: "È stata una grande vittoria, credo che la squadra abbia fatto vedere un ottimo calcio alla gente che è venuta allo stadio". In conferenza stampa arrivano anche il presidente Silvio Alessi e il centrocampista Alessandro Bonaffini. "Anche l'anno scorso - dice il giocatore - mi sono adattato nel ruolo di terzino destro. Non ho avuto difficoltà anche perché nei primi anni di carriera giocavo sulla fascia. Sono contento di avere fatto il cross per il gol di Caci". Così Alessi: "Stiamo cercando di regalare a questa gente il sogno della serie D. Il cammino è ancora lungo ma siamo sulla buona strada e stiamo facendo bene ogni passo. Battere il Monreale non era né facile né scontato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X