Stadio di Canicattì, possibile apertura il 24 novembre

Al via il collaudo della tribuna. Il sindaco ha affidato l’incarico al tecnico che effettuerà il sopralluogo entro la fine di questa settimana.
Agrigento, Archivio

CANICATTI'. A quasi due mesi dall’ultimazione dei lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza dello stadio comunale Carlotta Bordonaro la struttura rimane ancora priva delle necessarie autorizzazioni per la sua riapertura al pubblico. Dopo i primi sopralluoghi effettuati all’interno dello stadio da parte della Commissione comunale di vigilanza sui locali di Pubblico Spettacolo che sembravano poter portare in tempi brevi all’ottenimento dell’agibilità, si sono resi necessari ulteriori accertamenti che hanno fatto slittare la riapertura del Bordonaro. Una situazione questa che ha provocato la rabbia e la delusione dei tanti sportivi canicattinesi che sono così privati, ormai dall’inizio della stagione calcistica, della possibilità di seguire da vicino le gesta delle due formazioni locali di calcio, il Canicattì che milita nel campionato di Promozione ed il Città di Canicattì che disputa invece il torneo di Prima Categoria.

«È una situazione spiacevole – ha dichiarato il presidente del Canicattì calcio, Domenico Avarello – perché viene tolto agli sportivi il piacere di trascorrere qualche ora in spensieratezza seguendo le partite allo stadio, oltre a rappresentare uno svantaggio per le società sportive che non possono essere supportate dal calore del pubblico di casa». In particolare ad essere richiesta da parte dei vigili del fuoco è l’attestazione dell’avvenuto collaudo di staticità della tribuna superiore, in un primo momento non effettuato nel corso dei precedenti sopralluoghi.

La stessa area è stata, nell’ambito degli interventi realizzati lo scorso mese di settembre, sottoposta ad alcuni lavori che hanno previsto, in particolare, il posizionamento di lamiere in metallo necessarie ad incanalare e convogliare verso l’esterno l’acqua piovana. Per l’effettuazione di questo ultimo passaggio, però l’amministrazione comunale sembra essere pronta ad intervenire in tempi rapidi. Il sindaco della città, Vincenzo Corbo ha, infatti, affidato l’incarico al tecnico che già aveva realizzato il collaudo del muro di cinta ricostruito dopo il crollo di quasi tre anni fa ed adesso si attende con ansia, e specialmente l’attendono i tanti sportivi canicattinese, la positiva risoluzione di questa vicenda. Il collaudo verrà infatti realizzato entro la fine di questa settimana e se tutto andrà per il verso giusto le porte dello stadio Carlotta Bordonaro potranno tornare ad essere riaperte a partire da domenica 24 novembre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X