Provincia, il Consiglio ha approvato il bilancio

AGRIGENTO. Il Consiglio provinciale di Agrigento ha approvato il Bilancio di previsione 2012, il Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2012-2014 e il Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni dei Beni della Provincia. Il Piano Triennale è stato illustrato dall'Assessore ai Lavori Pubblici, Vito Terrana, che ha rilevato come la Giunta non abbia apportato modifiche sostanziali al precedente Piano (non sarebbe stato possibile rispettare i tempi tecnici per l'approvazione della delibera). «Uniche, leggere modifiche il modesto decremento dei fondi per le manutenzioni ordinarie - ha detto Terrana - e l'incremento di 42,5 milioni di euro del fondo per l'Aeroporto, provenienti dalla compartecipazione dei privati». Approvati alcuni emendamenti dei consiglieri, mentre altri sono stati dichiarati inammissibili (il consiglio ha deciso di trasformarli in successivi atti di indirizzo), il Piano Triennale è stato approvato con 22 voti favorevoli, 2 contrari e 4 astensioni. Scozzari ha chiesto e ottenuto anche l'immediata esecutività dell'atto deliberativo. Approvato anche il Piano delle Alienazioni, che era stato integrato dall'Amministrazione con l'inserimento di alcuni relitti stradali, si è passati alla trattazione del Bilancio di previsione 2012. Anche in questo caso è stato deciso che gli emendamenti inammissibili, o ammissibili ma con parere tecnico contrario, saranno successivamente trasformati in atti di indirizzo. Il confronto si è acceso, in particolare, su un emendamento presentato da alcuni consiglieri (primo firmatario Raimondo Buscemi) che avrebbe dovuto destinare ai precari alcune somme da un capitolo di spesa per il personale, per consentire da qui alla fine dell'anno una modesta integrazione delle ore lavorative. L'emendamento è stato respinto con 14 astenuti, 10 si, 2 no. Il Bilancio è stato approvato, invece con 20 voti favorevoli, 3 contrari (Buscemi, Spoto e Lazzano)e 2 astenuti (Picone e Testone). Carmelo D'Angelo ha chiesto l'immediata esecutività dell'atto, approvata con 18 si, 5 no e un astenuto. Il bilancio 2012 prevede entrate e uscite per 158.262.620 euro. Le entrate sono costituite da: tributarie (25.850.000 euro), trasferimenti da altri enti (16.402.125 euro), extratributarie (1.868.741 euro), derivanti da alienazioni, trasferimenti di capitale e riscossioni crediti (95.228.218 euro) ed avanzo di amministrazione utilizzato per il riconoscimento di debiti fuori bilancio (490.034 euro). Le uscite prevedono: spese correnti (43.030.391 euro), per investimenti (95.711.328 euro), per rimborso prestiti (9.097.399 euro).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X