«Motivi personali», si dimette a Favara l’assessore Biancucci

FAVARA. A meno di una settimana dalle dimissioni da assessore di Marilì Chiapparo, oggi un altro componente della giunta Manganella rimetterà nelle mani del sindaco il mandato. Si tratta di Enzo Biancucci che ha annunciato che formalizzerà la sua decisione questa mattina protocollando la lettera di disimpegno. "Ma non è un gesto polemico - tiene a precisare l'assessore ai lavori pubblici - non avendo motivi per criticare qualcuno. Torno al mio lavoro di architetto che ho tralasciato per 14 mesi dovendo affrontare le emergenze quotidiane di una città che ha, invece, bisogno di ritornare alla normalità". Da quando nel giugno dello scorso anno si è insediata la nuova amministrazione è il quarto assessore che rassegna il mandato. In precedenza erano stati Giovanni Alaimo, Angelo Messinese e più recentemente Marilì Chiapparo. Al loro posto solo un ingresso, quello di Rosetta Broccia.
A questo punto c'è la necessità di rivedere il quadro politico di riferimento del sindaco. "A metà settimana - dice Manganella - convocherò una riunione dei partiti di maggioranza per valutare chi siamo e che forza abbiamo. Le recenti elezioni regionali hanno modificato, e non poco, la geografia del consiglio comunale". Il primo cittadino non chiude la porta ai nuovi gruppi, come "Fare Favara", che potrebbero ottenere una rappresentanza in giunta. Ma prima di rimettere in moto la macchina del dialogo, il capo dell'amministrazione intende chiudere i conti con il bilancio di previsione 2012. Per domani ha convocato una seduta di giunta per approvare lo schema del documento finanziario.

U.R.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook