Cinema, l’Efebo d’argento a Terramatta

Premiato il film di Costranza Quatriglio ispirtato alle memorie di un contadino analfabeta e tratto dall'omonimo libro

AGRIGENTO.  "Terramatta", il film di Costanza Quatriglio ispirato alle memorie di un contadino analfabeta e tratto dall'omonimo libro pubblicato da Einaudi, ha vinto l'Efebo d'argento di Agrigento. L'Efebo d'oro era stato già assegnato a Gianni Amelio con "Il primo uomo" ispirato all'autobiografia di Albert Camus. "Terramatta", sceneggiato e prodotto da Chiara Ottaviano, nasce dall'incontro con l'autobiografia di Vincenzo Rabito, che ha lasciato un minuzioso romanzo della sua vita, da emigrato in Africa orientale a minatore nella Germania nazista fino al rapporto con gli opportunismi del dopoguerra. Il premio sarà consegnato sabato prossimo nel corso della cerimonia dell'Efebo d'oro, festival di cinema e narrativa, nella sala Gianbecchina dell'ex collegio delle Filippine ad Agrigento. Il film sarà proiettato domani sera alle 20 al cinema Astor della città dei Templi.    
Il premio per il libro cinematografico dell'anno, scelto con il sindacato nazionale giornalisti critici, è stato assegnato al volume "Il cinema sopra Taormina" a cura di Ninni Panzera, edito da La zattera dell'arte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X