Palma, aliquota dell’Imu al massimo «Sconto» solo per emigrati e anziani

Erano stati proprio alcuni consiglieri di minoranza, in precedenza, a sollecitare la giunta a “scontare” l’Imu
Agrigento, Archivio

PALMA DI MONTECHIARO. Via libera, a Palma di Montechiaro, allo sconto sull’Imu per gli emigrati all’estero. Il consiglio comunale ha approvato, con un’ampia maggioranza, la proposta della giunta di far pagare ai palmesi emigrati all’estero, ma proprietari di una casa nel paese d’origine, l’Imu con l’aliquota della prima abitazione. Come si ricorderà la delibera dell’esecutivo guidato dal sindaco Rosario Bonfanti era andata una prima volta in consiglio, ma era stata bocciata. C’era poi stato un chiarimento tra maggioranza ed opposizione, anche in considerazione del fatto che erano stati proprio alcuni consiglieri di minoranza, in precedenza, a sollecitare la giunta a “scontare” l’Imu per gli emigrati. La questione è tornata all’attenzione dell’assise cittadina che ha approvato l’aumento dell’aliquota Imu per la seconda casa, portata al 10,40 per mille, e dato l’ok allo sconto per emigrati ed anziani. “Con la deliberazione 72 il consiglio comunale – scrive Palazzo degli Scolopi – ha approvato il regolamento Imu che ha assimilato gli immobili, non locati, di proprietà dei cittadini residenti all'estero all'abitazione principale. Analoga assimilazione è stata deliberata per gli anziani ricoverati in case di riposo, purché gli immobili posseduti non risultino locati”. Dunque emigrati ed anziani pagheranno l’Imu, ma anche se quella di Palma di Montechiaro è di fatto la loro seconda abitazione (la prima è altrove), considerato il loro stato verseranno l’imposta al Comune con l’aliquota della prima casa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook