Alllarme scippi a Racalmuto

L’ultimo episodio è avvenuto in piazza Del Carmelo: a un macellaio è stata strappata la collana davanti all'ingresso del suo negozio

RACALMUTO. Allarme microcriminalità. Dopo i furti notturni negli esercizi commerciali del paese, verificatisi la scorsa settimana, un macellaio è stato scippato della collana che indossava mentre era seduto davanti l'ingresso del suo negozio, in piazza Del Carmelo. Ieri mattina, il commerciante ha denunciato l'accaduto alla caserma dei carabinieri. Un fatto - lo scippo - inusuale per Racalmuto. Poche ore prima, però, durante la messa della domenica, padre Angelo Martorana ha richiamato i fedeli ad una maggiore attenzione, ad una maggiore prudenza. «Non c'è in atto alcuna raccolta di denaro da parte della Chiesa - ha, grosso modo, detto - . Ci risulta però che ci sono delle persone, da fuori paese, che vanno bussando per raccogliere soldi per la festa dell'Immacolata o per una iniziativa in memoria di padre Pio. State attenti - ha concluso il parroco nella chiesa Madonna del Carmelo - non è vero nulla». Il richiamo ad una maggiore prudenza - che dovrà essere seguito dall'allertare immediatamente le forze dell'ordine del paese qualora si incappasse in questi presunti truffatori - assieme ai fatti di microcriminalità verificatisi, in crescendo negli ultimi tempi a Racalmuto, inquietano la cittadinanza. Ai carabinieri della stazione cittadina non risulta alcuna denuncia, però in paese circola anche la voce secondo la quale, sempre in piazza Del Carmelo, si sarebbe verificato un borseggio ai danni di un uomo, mentre saliva in macchina. Verità? O il lievitare della paura? I carabinieri della stazione di Racalmuto, coordinati dalla compagnia di Canicattì, hanno, intanto, potenziato i controlli e il pattugliamento del territorio comunale. Ieri, sul versante sicurezza pubblica, è giunta una buona notizia: il Comune ha concluso positivamente l'esame del progetto di videosorveglianza nell'ambito del Pon sicurezza. In prefettura, a Palermo, si sono recati il prefetto Filippo Romano - membro della commissione straordinaria che governa il paese dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose - e l'ingegnere Franco Puma. L'approvazione del progetto apre le porte al finanziamento di quasi 300 mila euro. Soldi che consentiranno di installare 30 punti di ripresa diurna e notturna per tutto il centro abitato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X