Abusivismo, procura intima al Comune demolizione dell'ecomostro

Si tratta dell'edificio di Punta Grande, vicino alla Scala dei Turchi. La struttura sarebbe stata adibita a complesso alberghiero nonostante il vincolo paesaggistico
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Il sostituto procuratore Antonella Pandolfi e il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo hanno firmato un provvedimento di intimazione, rivolto al sindaco di Realmonte Pietro Puccio, a demolire l'ecomostro di Punta Grande, nei pressi della Scala dei Turchi, una delle scogliere più belle e suggestive della Sicilia. Si tratta dell'edificio, da adibire a complesso alberghiero, in costruzione a partire dal 1989, nonostante il vincolo paesaggistico. A denunciare lo scempio, nel 1992, fu Legambiente. Secondo la Procura la mancata demolizione dello scheletro dell'edificio farebbe configurare i reati di abuso e omissione in atti d'ufficio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X