Antica moneta agrigentina venduta a 1,9 milioni di euro

Il decadramma, che faceva parte della collezione del petroliere americano Nelson Bunker Hunt, raffigura una quadriga con sopra un'aquila con un serpente tra gli artigli e sotto un granchio e dall'altro lato due aquile che ghermiscono una lepre

AGRIGENTO. È stato battuto a un milione 899 mila 712 euro, all'asta di Numismatica Ars Classica a Zurigo, il decadramma agrigentino di Akragas, moneta di 42,42 grammi in argento, datata 409-406 avanti Cristo. Era il pezzo forte dell'asta con più di 400 monete in vendita, cui si poteva partecipare anche online.

Il decadramma, che faceva parte della collezione del petroliere americano Nelson Bunker Hunt, raffigura una quadriga con sopra un'aquila con un serpente tra gli artigli e sotto un granchio e dall'altro lato due aquile che ghermiscono una lepre. Sarebbero dodici gli esemplari noti di cui sei in collezioni pubbliche (Monaco, Cambridge, Londra, Siracusa, Parigi e Lisbona) e vi sarebbero quattro diversi incroci di coni provenienti da due coni di diritto e da tre di rovescio.

«L'acquirente del decadramma dell'antica Akragas diventi sponsor della città», dice il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, che lancia un appello al riccone che ha acquistato la moneta: «Spero che al nuovo acquirente della moneta - aggiunge Zambuto - si possa affidare il finanziamento della tutela dei beni archeologici della città. Noi saremo ben lieti di accogliere il suo aiuto e siamo pronti ad offrirgli la cittadinanza onoraria».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X