Strade invase dall'acqua ad Agrigento

Disagi insormontabili anche nei paesi dell'hinterland. "Sos" da ogni parte della provincia. Allagamenti registrati a Ribera, a Montallegro, a Favara, ad Aragona, lungo il viale Falcone-Borsellino a San Leone, a Porto Empedocle e al Villaggio Mosè
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Acqua "alta" ad Agrigento. I tombini, ancora chiusi per il periodo estivo, non hanno lasciato defluire l'acqua piovana e la grandine, caduta a partire dalla tarda mattinata di ieri. Il risulta? Sempre lo stesso.
Strade invase da acqua e fanghiglia, ma anche smottamenti di terreno che squarciano muretti i cui massi di tufo finiscono sulle auto parcheggiate distruggendole e decine di magazzini ed appartamenti allagati e devastati. Agrigento in ginocchio, dunque. E paesi dell'hinterland alle prese con disagi insormontabili. Da ogni parte della provincia sono stati lanciati "Sos" più o meno accorati. Alle15.14 circa, al comando provinciale dei vigili del fuoco, scoppia il pandemonio: centinaia di telefonate arrivano all'improvviso.
Allagamenti si sono registrati a Ribera, a Montallegro, a Favara, ad Aragona, ma anche lungo il viale Falcone-Borsellino a San Leone, a Porto Empedocle e al Villaggio Mosè. Allagate anche le scuole superiori "Gallo" e "Brunelleschi".
Un servizio nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X