Corso Margherita, sosta col ticket a Ribera

Il provvedimento segue altri simili interventi che nel corso dell’anno sono stati portati a compimento dalla giunta Pace
Agrigento, Archivio

RIBERA. Il ticket della sosta a pagamento arriva adesso anche in uno dei corsi ”storici” della città, quello dedicato alla memoria della Regina Margherita. Da qualche giorno a questa parte gli operai del comune sono al lavoro per completare la posa delle strisce azzurre che segnalano, come avvenuto già in altre arterie cittadine e nella località balneare di Seccagrande, la presenza della sosta a pagamento. Il provvedimento è finalizzato a rendere il traffico più scorrevole ed a consentire un più facile accesso agli esercizi commerciali che si trovano nella zona, dato che il dover pagare alle casse comunali un ticket scoraggia molti automobilisti a lasciare in sosta per ore la propria autovettura, non consentendo ad altri di utilizzare gli spazi all’uopo predisposti. Anche nel caso del corso Margherita, che si trova nel cuore del centro storico della ”città delle arance”, la sosta con il tagliando del tipo ”gratta e vinci” verrà a costare 0,25 Euro per soste di mezz’ora e Euro 0,50 per soste di un’ora. I tagliandi possono essere acquistati negli esercizi commerciali convenzionati con il Comando di Polizia municipale, che cura il servizio. Si tratta di un provvedimento che era nell’aria già l’anno scorso, quando l’Amministrazione comunale in collaborazione con il Comando Pm guidato dal dirigente Antonino Novara, ha deciso di scegliere la via della sosta a pagamento per evitare soprattutto quanto avveniva nel corso principale, il Corso Umberto, sul quale insistono diversi circoli ricreativi e culturali, e dove molta gente era solita ”accaparrarsi” per ore e talvolta giornate intere gli spazi previsti per la sosta. Dopo l’annuncio dato dall’Amministrazione comunale si sono levate diverse proteste anche a livello di consiglieri comunali, proteste che hanno indotto l’Amministrazione comunale a intervenire per gradi, puntando prima sul Corso Umberto, poi sulla via Roma ed estendendo il provvedimento in corso Crisp ie poi ancora in Piazza Castello ed in altri spazi del centro città. Negli obiettivi della giunta, guidata dal sindaco Crmelo Pace, c’erano anche la via Fazello, la via Garibaldi e appunto il corso Margherita,il primo di questa lista di arterie ”congelate” per alcuni mesi, ad essere stata presa adesso in considerazione.
È probabile che nei prossimi giorni stessa sorte possa toccare anche al viale Garibaldi, arteria strategica per lo smaltimento del traffico in entrata ed in uscita in città, e la via Fazello, chiudendo così il cerchio originario di strade da sottoporre al provvedimento di sosta a pagamento. In cantiere sempre in tema di viabilità c’è intanto un’altra iniziativa: riguarda la via Montecarlo, che si trova poco sotto il cavalferrovia della Circonvallazione. Si tratta di un tratto di strada al centro dell’attenzione dell’Amministrazione comunale per le continue segnalazioni di degrado, di disturbo della quiete pubblica dovuta al transito incontrollato di autoveicoli in tutte le ore della giornata, soprattutto la notte. Si vuole mettere un po’ d’ordine con il varo del provvedimento di ”pedonalizzazione” per evitare il transito incontrollato di autoveicoli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X