Lampedusa, a fuoco due auto e sei moto

E' stato, all'improvviso, l'inferno, la notte fra sabato e domenica, in via Torquato Tasso. Gravemente danneggiata dal rogo anche l’abitazione di un uomo di 69 anni
Agrigento, Cronaca

LAMPEDUSA. Sei mezzi distrutti, due danneggiati e un'abitazione annerita all'interno e all'esterno. E' stato, all'improvviso, l'inferno, la notte fra sabato e ieri, in via Torquato Tasso, nella zona di contrada Guitgia a Lampedusa.
Mentre volgeva al termine, o forse s'era addirittura conclusa da una manciata di minuti, la kermesse di O' Scià, due Fiat Panda, quattro motociclette e due ciclomotori, tutti presi a noleggio dai turisti, tutti posteggiati uno di fianco all'altro, venivano avvolti, devastati da un incendio che subito è divenuto gigantesco. Le fiamme, altissime, sono arrivate anche sull'opposta carreggiata, danneggiato altri due ciclomotori che erano posteggiati praticamente di fronte. Lanciato l'Sos, sul posto sono stati dirottati i vigili del fuoco e i carabinieri, tutti, naturalmente, impegnati a poca distanza, nei pressi del palco della manifestazione per l'integrazione. I pompieri hanno impiegato più di un'ora e mezza prima di riuscire a riportare la calma in via Torquato Tasso, spegnendo il maxi incendio e tutti i possibili focolai. Gravemente danneggiata, alla fine, è risultata essere anche la residenza di C. M., 69 anni, di Lampedusa, sotto la quale i sei mezzi erano stati lasciati posteggiati. L'immobile ha subito l'annerimento del prospetto esterno, ma anche delle pareti interne, tanto è stato il fumo nero che s'è sviluppato. Al lavoro anche i carabinieri della locale stazione, coordinati dal maresciallo Donato De Tommaso. Impossibile, data la distruzione totale dei mezzi, riuscire a capire, subito, durante i primi sopralluoghi e le prime battute investigative, se il maxi incendio sia d'origine dolosa o accidentale. Fra l'altro la presenza di mezzi anche un po' vecchiotti non avrebbe fatto ancora archiviare l'ipotesi di un rogo accidentale, dovuto magari ad un cortocircuito improvviso. Una fiammata di cui nessuno si sarebbe accorto e che potrebbe, visto la vicinanza degli altri mezzi, aver trovato terreno "fertile" per espandersi. Ma nemmeno l'ipotesi di un incendio doloso è stata ancora scartata.
I carabinieri per tutta la giornata di ieri sono stati impegnati a cercare di risalire alle agenzie che avessero dato a noleggio auto, moto e ciclomotori a tutti quei turisti che, in occasione di O' Scià, sono tornati a prendere d'assalto l'isola di Lampedusa. Soltanto con il prosieguo delle indagini, forse quanto è avvenuto in via Torquato Tasso, in una notte di musica, festa e divertimento, potrà divenire più chiaro agli stessi occhi degli investigatori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X