In canile il randagio della Valle dei Templi, appello su Facebook per liberarlo

Era considerato una sorta di mascotte. Si trova ora nel rifugio gestito dall'Enpa e non uscirà se non adottato. Mobilitazione sul social network
Agrigento, Cronaca

AGRIGENTO. Era considerato una sorta di mascotte della Valle dei Templi ad Agrigento. E sono stati in tanti i visitatori che nell'ultimo anno gli hanno scattato una foto. Ma adesso Gaz cane meticcio randagio è stato rinchiuso nel rifugio gestito dall'Enpa da dove non uscirà se non adottato.

Per cercare qualcuno che lo accudisca o per farlo tornare nel sito archeologico si è mobilitato il popolo di Facebook che ha creato una pagina sul social network.    

Chi va a trovarlo racconta che il cagnolino è disperato e guaisce tutto il giorno. È stato abbandonato nel luglio 2011, quando aveva 6 mesi circa. Scorrazzava sempre dal tempio di Giunone fino a quello della Concordia, di solito accompagnava i turisti dalla discesa dal bus, passando per la biglietteria dove aspettava pazientemente, fino al termine della visita ai monumenti.

Molti gli davano da mangiare. A lanciare un appello sul web è stata per prima Alessandra Conti, una guida turistica.

Un servizio sul Giornale di Sicilia edizione di Agrigento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X