Lampedusa, bruciata una barca di migranti

L'imbarcazione era stata destinata dall' amministrazione comunale all'associazione Askavusa per il progetto del Museo delle migrazioni. Sul posto è stato trovato un foglio con la scritta "No ai clandestini liberi per l'isola. U capisti Alla prossima"
Agrigento, Archivio

LAMPEDUSA. La scorsa notte qualcuno ha appiccato il fuoco a una barca di migranti custodita nei terreni di "Casa Fraternità, a Lampedusa, di proprietà della parrocchia. L'imbarcazione era stata destinata dall' amministrazione comunale all'associazione Askavusa per il progetto del Museo delle migrazioni. Sul posto è stato trovato un foglio con la scritta "No ai clandestini liberi per l'isola. U capisti Alla prossima" e firmato "Gruppo armato Lampedusa libera".
Da giorni nell'isola si registra una certa tensione: alcuni abitanti sostengono che di notte i migranti ospitati nel centro d'accoglienza (e fra questi anche i 56 salvati nel naufragio dello scorso 6 settembre) lasciano la struttura e si aggirano per Lampedusa compiendo furti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X