Ipsia Fermi senza aule, niente lezioni per 700 studenti

La scuola dichiarata inagibile perché risulterebbe costruita con cemento depotenziato. Gli alunni nel pomeriggio frequenteranno nei locali degli Istituti Brunelleschi, Gallo e Sciascia
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Sono ancora senza aule oltre settecento studenti dell'istituto professionale Enrico Fermi, dichiarato inagibile perché risulterebbe costruito con cemento depotenziato. Lezioni sospese pertanto per gli iscritti alle classi seconde e per quelli del triennio.
Sono riprese oggi invece regolarmente le lezioni per gli iscritti alle prime classi nelle nove aule del geometra "Brunelleschi" e del tecnico "Gallo" messe a disposizione dalla Provincia. «Nessuno ufficialmente mi ha comunicato in quali istituti i ragazzi ancora senza aule devono essere ospitati e pertanto non posso riorganizzare le attività didattiche - spiega il dirigente scolastico dell'Ipsia Fermi, Francesco Casalicchio - Ma neppure io e l'ufficio di segreteria della mia scuola possiamo operare perché non abbiamo un ufficio in cui ricevere studenti e genitori che hanno bisogno di informazioni su quanto sta accadendo. Eppure so che al Brunelleschi ci sono certamente stanze dove fino a pochi anni fa erano sistemati una presidenza e altri uffici. Avrebbero potuto consegnarceli e farci lavorare». Nella tarda mattinata di ieri l'assessore provinciale all'edilizia scolastica Piero Marchetta ha diffuso un comunicato in cui annuncia che la soluzione tampone sarà quella di ospitare gli studenti nel pomeriggio nei locali degli Istituti Brunelleschi, IPC Gallo e ITC Sciascia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X