Continua la protesta dei netturbini ad Agrigento

La soluzione di pagare un acconto agli operai direttamente, senza saldare le imprese, è andata in porto e un milione e 500 mila euro, provenienti dalle casse dell'Ato Gesa, andranno al più presto ai lavoratori (4.000 euro a testa). Ma allo stesso tempo si è aperto un dibattito interno al movimento degli operai, i quali dovranno decidere se terminare lo sciopero e accogliere l'acconto tornando a lavoro da domani, o se proseguire la protesta fino a quando "non si risolve completamente il problema", cioè fino a quando non verranno liquidati tutti gli arretrati. Il rischio che correrebbero è quello di una denuncia (A CURA DI PAOLO PICONE)

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X