Naufragio a Lampedusa, nessuna traccia del barcone

Giallo sulla tragedia: gli uomini che conducono le ricerche non hanno ancora trovato il relitto

LAMPEDUSA. E' giallo sul barcone carico di migranti che sarebbe naufragato a circa dieci miglia da Lampedusa, nei pressi dell'isolotto di Lampione. Le unità impegnate nelle operazione di ricerca e soccorso, che fino ad ora hanno raccolto 54 superstiti, non hanno infatti trovato traccia del relitto.    
Un'ipotesi è che l'imbarcazione sia affondata rapidamente, anche se le condizioni meteo nella zona non sono proibitive e in mare non state trovati segnali dell'avvenuto naufragio. L'altra possibilità e che gli immigrati siano stati abbandonati nei pressi dell'isolotto di Lampione dagli scafisti, che sono poi rientrati velocemente verso le coste tunisine. Ma questa ricostruzione non spiegherebbe come mai l'imbarcazione non sia stata subito intercettata dai mezzi navali ed aerei che hanno partecipato alle ricerche non appena ricevuto l'Sos lanciato intorno alle 18 di ieri non con un satellitare ma con un telefono Gsm, dunque nei pressi di Lampedusa. Le ricognizioni nella zona, cominciate quando non era ancora calata l'oscurità, non hanno infatti dato alcun esito.

LA PROCURA APRE UN'INCHIESTA - AGGIORNAMENTO DELLE 11.08. La procura di Agrigento ha aperto un'inchiesta sul naufragio di un barcone carico di migranti avvenuto la scorsa notte al largo di Lampedusa. "Stiamo cercando di capire - ha detto il procuratore Renato Di Natale - se ci siano scafisti tra i sopravvissuti". "Al momento - ha aggiunto - procediamo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ma, dal momento che una vittima è già stata ritrovata, aggiungeremo al fascicolo anche l'ipotesi di omicidio".

PROSEGUONO LE RICERCHE: 79 DISPERSI - AGGIORNAMENTO DELLE 17.30. Proseguono a circa dieci miglia a Nord Ovest di Lampedusa, nei pressi dell'isolotto di Lampione, le ricerche dei 79 dispersi del naufragio avvenuto la notte scorsa. Fino ad ora le unità impegnate nelle operazioni di soccorso non hanno infatti localizzato altri naufraghi dopo avere recuperato questa mattina 56 migranti, tra cui una donna incinta, e un cadavere.
Secondo le testimonianze raccolte dalla Guardia costiera tra i superstiti sul barcone viaggiavano 136 persone,  tra le quali cinque donne e sei bambini; cinque di loro sono stati tratti in salvo. Nelle operazioni sono impegnate unità navali ed aeree della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza, oltre a tre navi militari della Nato che sono state dirottate in zona dopo l'Sos lanciato ieri sera con un telefonino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X